home

# taccuino # bibliografia # biografia # video # foto/disegni # 5 brani # links # guestbook # forum # supporta!


Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato sulle ultime pubblicazioni


Usa questo menù per muoverti all'interno del sito



Diffondi questo
bannerino sul tuo sito. Cliccaci sopra per vedere come fare.

Libera il Bukowski che è in te...



Add to Technorati Favorites

Add to Netvibes



Deprecated: Function eregi() is deprecated in /membri2/bukowski/cutenews/show_news.php on line 21

Deprecated: Function eregi() is deprecated in /membri2/bukowski/cutenews/show_news.php on line 41

Credici

Poesie

Credici, credici formente,

il tuo pensiero vale più dell'asfalto su cui cammini.

Non calpestare ciò che sei standotene zitto in un angolo.

Esci allo scoperto, esci senza paura e fatti sentire, ascoltare, udire la tua presenza è importante.

Non ti accontentare di ambientarti in una società mediocre se sei fatto per emergere.

Credi in quello che fai, credi in ciò che sei.

Cadrai più volte e ti rialzerai più forte e vigoroso di prima; così un giorno non sarai tu a cercare il mondo, ma il mondosi sentira così piccolo che ti cercherà nell'immenso della tua anima e del tuo essere.

Credici, credici fortemente...e lotta senza paura!

25/10 | di | autore
| (0) | (10)





Dischiudi le finestre

Poesie

Dischiudi le finestre,
spalanca le porte,
apri le braccia
a un nuovo amore.

26/10 | di | autore





cani rabbiosi

Poesie

Due cani spersi sulla sentina, occhi iniettati di sangue

animali braccati, all'ultimo angolo di strada.

Due cani rabbiosi hanno spezzato le catene, la notte fonda è il loro destino,

il mare nero e orribile sembra volerli inghiottire.

28/10 | di | autore





Metropolitani 2 (capitolo 6)

Racconti

CAPITOLO 6

Lizzi trovò un impiego in un giornale di Roma.  Si trasferì nella capitale pochi giorni dopo la notte passata con me.
Ero nuovamente senza donna e più passavano I giorni più la mia situazione peggiorava.

24/10 | di | autore





Seduta sul letto

Poesie

Seduta sul letto.

A guardarmi, seduta sul letto
vestita in maglietta, jeans stretti e scarpe col tacco
con le gambe piegate sul letto, la tua mano appoggiata sulla mia
i capelli spettinati e una sigaretta in mano mentre parli sottovoce.

22/10 | di | autore





Visione, racconto. Chiamalo come vuoi.

Racconti

L'unica cosa disponibile durante quei giorni di gelo e noia era la musica. Me ne nutrivo come un naufrago si nutre di ogni merda disponibile. Tornavo a casa deluso dalla città congelata, le luci parevano urlare dolore, i manifesti appesi si scioglievano al mio passaggio, era l'era dell'oro scadente.
19/10 | di | autore





Vita e morte

Poesie

I passi si susseguono a tempo con le onde che si infrangono sugli scogli, la spiaggia è deserta e io cammino fra i gabbiani.

Il vento ha il sapore salmastro e rassicurante della solitudine, perfino un cane randagio mi passa alla larga, sono il pazzo che gli uomini scacciano dalle loro coscienze.

19/10 | di | autore





la valiggetta

Altro

Mi danno una valiggetta, dicendo:
"Prendila, stai con lei sempre, non separatene e non aprirla per nessun motivo. Se fai così ti darò 500.000 €!....."
20/10 | di | autore





sorriso

Poesie

alcol e sesso...
y sangre compadres...

lame di rasoi/ricordi che lasciano solchi
su visi rugosi...
y ora estoy cansando...

21/10 | di | autore





Nihil

Poesie

"mi dispiace" e ... "c'è un altro" e guardo... "...no, non lo conosci..." e guardo la... "...amici?" e guardo la strada.... Amici... si... e ora guardi la strada ma molto molto molto da vicino.
21/10 | di | autore
| (0) | (8)





Oggi esco

Poesie

Galleggio in questo mare da tempo,
fermo ad aspettare!
Che cosa? Chi?
Non sono mai stato fuori!
18/10 | di | autore





...

Aforismi

Non pensare troppo alla tua ombra,
concentrati piuttosto sulla luce che l' ha creata.
18/10 | di | autore
| (0) | (9)





La sbobba

Racconti

Stavo in un cazzo di bar, di quelli dimenticati dalla gente; davanti a me avevo il mio bicchiere e un paffuto barista dall’aria disillusa.
17/10 | di | autore





Metropolitani 2 (capitolo 5)

Racconti

CAPITOLO 5
 

Non avevo mai pensato a Lizzi come ad una da scopare.

La vedevo come un’amica, quasi asessuata.

Quella notte tornavo dal solito giro di pub con gli amici e avevo fatto il pieno di pinte tanto che il proprietario dell’ultimo locale ci ha cacciati perché pretendevo di pisciare in cucina convinto che quello fosse il cesso.

16/10 | di | autore





seguire

Poesie

I

seguire
terribili teste
fra feste di the
ogni volta che il gioco
si interrompe
è lì
che torna a battere il tempo
sprecato a ricordare
ricordare? chi? cosa?
chi merita il complimento
chi sa qual è la deriva
e da dove deriva
la parola una volta interrotto
il significato?

13/10 | di | autore





precedente - successiva

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126

Content Management Powered by CuteNews

 

# taccuino # bibliografia # biografia # video # foto/disegni # 5 brani # links # guestbook # forum # supporta!
Creative Commons License A cura di .:: GraficaMente.net ::. Altri siti di interesse culturale: Vinicio Capossela | Grande Fratello